Pastori irriducibili continuano a bloccare la statale Sassari-Cagliari, Sardegna divisa in due

Pubblicato il 6 agosto 2010 12:02 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2010 14:20

Almeno 200 irriducibli del Movimento pastori sardi hanno deciso di mantenere il blocco sulla superstrada Carlo Felice, principale via di collegamento tra il nord e il sud della Sardegna.

I manifestanti hanno sconfessato il loro leader che aveva chiesto – e in parte ottenuto – di smobilitare e liberare la strada. Il traffico è di nuovo bloccato e ci sono stati anche alcuni momenti di tensione: le auto che cominciavano a defluire, dopo un primo allentamento del blocco, sono state infatti fermate ma gli occupanti pretendevano il lascia passare.

Sul posto sono intervenuti diverse pattuglie di Carabinieri e Polizia. Militari e agenti si sono schierati in assetto antisommossa sulla superstrada Carlo Felice. Una ventina di uomini con casco, scudo e manganelli sta fronteggiando i manifestanti che si sono seduti in mezzo alla strada a una quindicina di metri dal cordone delle forze dell’ordine.

La protesta è iniziata poco prima delle 11:30 al termine di un’assemblea che si è svolta a Tramatza (Oristano) durante la quale sono stati affrontati i temi caldi di una vertenza che si trascina da tempo.

Rilanciate le richieste alla Regione e al governo per aiutare un comparto, quello zootecnico, in profonda crisi. Alla manifestazione di protesta si sono uniti diversi sindaci e amministratori locali.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other