Patente via a donna che causa incidente frugando nella borsetta: e quelli al telefono?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 marzo 2018 14:15 | Ultimo aggiornamento: 12 marzo 2018 14:28
Patente via a donna che causa incidente frugando nella borsetta: e quelli al telefono?

Patente via a donna che causa incidente frugando nella borsetta: e quelli al telefono?

GENOVA – Fruga nella borsetta mentre guida e causa un incidente. La Motorizzazione le sospende la patente. Lei fa ricorso. Ma il Tar della Liguria dà ragione alla Motorizzazione: “Legittimo imporre la revisione della patente a una guidatrice che si è distratta dalla guida per prendere un oggetto dalla borsetta sul sedile anteriore causando un incidente”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

“Il comportamento della ricorrente appare gravemente imprudente, con distrazione dalla imprescindibile attenzione alla guida per prendere un oggetto dalla borsa posta sul sedile anteriore destro – spiega il Tar – Questo ha determinato un sinistro con lesioni a danno di altro conducente e giustifica i dubbi sul persistere dell’idoneità tecnica all’abilitazione alla guida”.

E se si parla al cellulare mentre si guida? Il cellulare, lo smartphone, si sa, è tra le prime cause di distrazione al volante. Tanto che nei mesi scorsi si era anche parlato di un emendamento alla legge di Bilancio 2018 sull’articolo 173 del Codice della Strada per sospendere la patente fino a sei mesi per chi fosse trovato al telefono durante la guida. Emendamento però mai trasformato in legge.

Al momento per chi parla al telefono mentre guida è prevista una sanzione tra 152 e 608 euro, con riduzione del 30% se si paga entro 5 giorni dalla violazione. Solo se la violazione è reiterata entro i successivi due anni allora si arriva a una “sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi”.