Problemi all’impianto di pressurizzazione, e l’aereo perde quota: terrore sul volo Milano-Catania

Pubblicato il 23 Novembre 2010 9:42 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 9:42

Un’ora di paura per i passeggeri di un volo Meridiana partito la sera di domenica 21 novembre da Milano Linate e diretto a Catania.

Uno scoppio, odore di bruciato, l’aereo che perde quota: è quanto successo sul volo Merdidiana Ig 223 per la rottura dell’impianto di pressurizzazzione. L’aereo è atterrato sul primo aeroporto disponibile, quello di Palermo.

“Lì sopra ho passato l’ora peggiore della mia vita, temendo che fosse l’ultima”, racconta al Corriere della Sera Annarita D’Urso, che viaggia spesso su questa tratta. “Le assistenti di volo al microfono molto concitatamente ordinavano l’immediato utilizzo delle maschere d’ossigeno, tutto mentre l’aereo procedeva in discesa libera. Tralascio ovviamente lo stato d’animo, l’agitazione, il panico di tutti i passeggeri a bordo, molti dei quali, compresa la sottoscritta e il passeggero che viaggiava con me, hanno anche accusato un fortissimo dolore alle orecchie”.

Secondo Meridiana “L’aereomobile del volo IG225, in servizio fra Linate e Catania ha presentato un problema all’impianto di pressurizzazione. La reazione dell’equipaggio, nel seguire le procedure di sicurezza previste è stata tempestiva ed efficace. Nessuna concitazione, bensì la fermezza necessaria a garantire la corretta gestione di questo evento. Un evento che non è stato tale da minare in alcun momento la sicurezza dei passeggeri”.

5 x 1000

[gmap]