Pavia, anziani picchiati e disabili marchiati col phon: orrore in una casa di riposo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2018 18:58 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2018 18:58
pavia anziani

Pavia, anziani picchiati e disabili marchiati col phon: orrore in una casa di riposo

PAVIA – La squadra mobile di Pavia ha arrestato questa mattina, venerdì 16 novembre, il direttore e un operatore socio-sanitario di una residenza sanitaria di Montebello della Battaglia, in Oltrepò Pavese, accusati di ripetuti maltrattamenti e gravi lesioni nei confronti degli anziani ospiti della struttura, tutte persone con gravissime disabilità psichiche.

L’ordine di custodia cautelare, emesso dal gip Carlo Pasta su richiesta del pubblico ministero Camilla Repetto, ha riguardato Giovanni Gastaldo, 67 anni, il direttore della residenza “Mons. Rastelli” che è gestita dalla cooperativa sociale Oftal, e Davide Montagna, 35 anni, l’operatore accusato di ripetuti maltrattamenti nei confronti degli anziani.

Gastaldo è stato arrestato nella sua casa di Voghera (Pavia), Montagna mentre era al lavoro nella casa di cura, una struttura convenzionata con il sistema sanitario nazionale.

Dalle indagini condotte dalla polizia, iniziate nello scorso mese di marzo in seguito ad alcune segnalazioni giunte al commissariato di Voghera (Pavia), sono emersi anche alcuni episodi agghiaccianti, come un’anziana in carrozzina capovolta da Davide Montagna, con la testa sul pavimento e le gambe rialzate, per non recare disturbo all’operatore e consentirgli così di guardare indisturbato il suo smartphone.

Nel rapporto della polizia si parla anche un anziano “marchiato a fuoco” sul petto con un phon bollente.