Pavia la città dei videopoker: ogni anno spesi oltre 2.000 euro a testa

Pubblicato il 19 Aprile 2011 11:20 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2011 11:20

PAVIA – Sono ben 2.125 euro l’anno per abitante, i soldi spesi dai cittadini di Pavia al videopoker, città dove c’è una slot ogni 136 persone. L’indagine sugli italiani e il gioco d’azzardo è stata pubblicata dal Sole 24 Ore e riporta che un italiano spende in media mille euro l’anno per “Gratta e Vinci”, lotteria o altri giochi su cui lo Stato intasca le imposte. Un mercato da 61 miliardi di euro, con un incremento del 13% in un solo anno.

In questa classifica Pavia a due primati: oltre a essere la provincia con la più alta spesa pro capite in scommesse è anche quella che paga per tentare la sorte la più alta percentuale del proprio pil (7,89%). Sempre a Pavia c’è anche un allarme giovani: il 6% degli alunni di terza media spende in media 10 euro la settimana, il 2% il doppio.

Continuando la classifica dei videopoker, al secondo posto c’è Como con in media 1,500 euro l’anno, poi Rimini, 1.490. Teramo e Savona al quarto e al quinto posto rispettivamente con 1.425 e 1.402 euro. Seguono Latina, Terni, Pescara, Reggio Emilia, Frosinone, Bergamo e Milano.