Pavona (Roma), sorpreso con l’amante, insegue e picchia moglie e figlia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 luglio 2015 11:12 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2015 11:12
Pavona (Roma), sorpreso con l'amante, insegue e picchia moglie e figlia

(Foto d’archivio)

ALBANO (ROMA) – La moglie e la figlia quindicenne lo sorprendono mentre gioca al videopoker insieme all’amante, lui le insegue e le picchia. E’ successo a Pavona, un piccolo Comune della provincia di Roma vicino ad Albano. 

L’uomo, un egiziano di 55 anni da anni in Italia, è stato arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti e ora rischia fino a sei anni di reclusione.

Da tempo aveva assunto un atteggiamento molto aggressivo nei confronti della moglie, dopo che questa aveva scoperto una relazione extraconiugale che il marito intratteneva da mesi con una commerciante del paese e con la quale condivideva anche la passione per i videopoker.

Proprio in un bar di Pavona, davanti ad una slot machine, l’uomo è stato sorpreso dalla moglie e dalla figlia mentre si intratteneva in effusioni con l’amante.

Dopo le prime timide rivendicazioni, l’uomo ha reagito, iniziando a rincorrere la moglie per i vicoli della zona. La donna e la figlia sono riuscite a trovare rifugio all’interno della casa di una amica di famiglia ma l’uomo, dopo aver sfondato la porta dell’appartamento, è riuscito a raggiungerla e a picchiarla. L’uomo ha anche malmenato la figlia, sbattendola contro il muro.

Fortunatamente un condomino ha sentito le urla e ha chiamato i carabinieri, che hanno arrestato l’uomo. Le due donne sono state portate al pronto soccorso ma non sono in gravi condizioni.