Paziente muore soffocato da un boccone cibo,10 indagati a Trani

Pubblicato il 29 Novembre 2011 22:00 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2011 23:10

TRANI, 29 NOV – Dieci persone tra medici e infermieri dell'istituto ospedaliero 'Casa della Divina provvidenza' di Bisceglie (Barletta-Andria-Trani) sono indagate per cooperazione in omicidio colposo dalla procura di Trani. I dieci hanno ricevuto informazioni di garanzia dopo la morte per soffocamento di un sessantenne ricoverato da diversi anni nel reparto ortofrenico dell'ex ospedale psichiatrico. Il paziente e' deceduto il 27 novembre, soffocato quasi certamente da un pezzo di pane che non e' riuscito ad ingoiare.

A quanto e' dato sapere, gli infermieri, vista la difficolta' dell'uomo ad ingerire il boccone, sono subito accorsi ed hanno tentato con varie manovre di fargli sputare il pezzo di pane, ma non ci sono riusciti. Inutile anche l'intervento dei sanitari del 118. L'invio delle informazioni di garanzia da parte del pm di turno del tribunale tranese Marco D'Agostino, e' stato deciso per consentire agli indagati di nominare consulenti di parte che potranno assistere all'autopsia.