Milano: a 50 anni molesta bimba di 7 in piscina, rischia linciaggio dai bagnanti

Pubblicato il 20 agosto 2012 12:30 | Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2012 12:31

piscina argelatiMILANO – Un uomo di 50 anni sarebbe stato pizzicato a baciare e palpeggiare una bimba di 7 anni nella piscina Argelati di Milano; allertato dalle urla della madre della piccola, ha gettato la bimba in acqua e ha tentato di scappare, ma è stato accerchiato dagli altri bagnanti che hanno iniziato a riempirlo di calci e schiaffi. L’uomo è stato “salvato” dal linciaggio solo dall’arrivo dei vigili, che poi lo hanno ammanettato e portato via con l’accusa di violenza sessuale su minore.

La polizia locale ha ricostruito così l’accaduto: la piccola stava giocando con altri bambini vicino alla piscina dei piccoli quando l’uomo si sarebbe avvicinato, l’avrebbe presa in braccio e avrebbe iniziato a baciarla e palpeggiarla. La madre se n’è accorta quasi subito e ha cacciato un urlo che ha fatto sobbalzare l’uomo. A quel punto lui avrebbe lanciato la bambina in acqua facendole fare un volo di tre metri e avrebbe tentato di fuggire. Ma la madre della piccola, aiutata da altri bagnanti, lo hanno placcato e gli hanno impedito di uscire dalla struttura di via Argelati, piazzandosi davanti al cancello. L’uomo ha rischiato il linciaggio ma sono arrivati quasi subito i vigili che lo hanno “salvato” per poi fermarlo e portarlo a San Vittore con l’accusa di violenza sessuale su minore.