Pedopornografia online, operazione della polizia postale a Genova: sei arresti

Pubblicato il 31 maggio 2010 9:41 | Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2010 9:41

Sei persone sono state arrestate e altre 460 denunciate dalla polizia Postale e delle Comunicazioni per la Liguria nel corso di una vasta operazione per il contrasto alla diffusione per via telematica di materiale pornografico prodotto mediante l’utilizzo di minori.

Gli agenti hanno posto sotto osservazione l’ambiente virtuale del file “Sarin”, facendo luce su un fitto intreccio di video, spesso di estrema crudezza, scambiati o condivisi tra vari soggetti di variegata estrazione sociale. Grazie all’operazione, svolta sotto copertura e durata per oltre tre mesi, la postale ha scoperto che per diffondere e scambiare materiale illecito i pedofili utilizzavano una particolare variante della piattaforma eMule.

Durante le indagini, in cui è stato analizzato il numerosissimo materiale acquisito, sono state effettuate oltre 460 perquisizioni e sono stati sequestrati 1201 personal computer, 2459 hard disk, 11327 supporti ottici (cd, dvd, etc.) e 1307 memorie esterne ausiliarie (usb, sd, mc..).