Pensioni: Elio D’Amato aspetta assegno. Ma l’Inps gli comunica che è morto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Ottobre 2013 20:23 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2013 20:23

Pensioni: Elio D'Amato aspetta assegno. Ma l'Inps gli comunica che è mortoISCHIA – Attendeva la pensione ma ha appreso da una comunicazione dell’Inps indirizzata ai suoi eredi, di essere morto l’1 gennaio 2013. Protagonista della vicenda è l’ex Comandante della Polizia Municipale di Ischia, Elio D’Amato, che ha il grado di tenente colonnello.

Collocato forzatamente in pensione dall’amministrazione comunale, poi reintegrato per altri 6 mesi dall’autorità giudiziaria, dal primo agosto di quest’anno D’Amato è definitivamente in pensione. ”Ma sul mio conto – racconta l’ex Comandante – non è stato accreditato l’assegno di pensione. Qualche giorno fa, indirizzata agli eredi di Elio D’Amato, è giunta una comunicazione dell’Inps nella quale si afferma che a causa del decesso del pensionato in oggetto avvenuto l’1 gennaio 2013 non è stato possibile completare le operazioni di liquidazione dell’Irpef”.

”Fortunatamente sono vivo e vegeto”, dice al telefono con l’Ansa D’Amato. ”Sono tre mesi che attendo il versamento della pensione dall’Inps”, aggiunge. L’ex Comandante della Polizia municipale ha denunciato l’Inps per falsità ideologia ed illecito extra contrattuale. ”Vedremo come è nato l’errore”, conclude.