Per un posto di lavoro uno studente su due rinuncerebbe alla laurea

Pubblicato il 5 Giugno 2012 13:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2012 13:40

ROMA, 5 GIU – I maturandi 2012 sono travolti dalla crisi e per un posto di lavoro rinuncerebbero persino al sogno di diventare dottori. E' il dato piu' clamoroso che emerge da un'inchiesta effettuata da Il Corriere dell'Universita' Job su un campione di 635 studenti dell'ultimo anno di scuola superiore. La maggioranza assoluta dei maturandi (54%) prende in considerazione l'ipotesi di accantonare l'obiettivo della Laurea, il diventare ''dottore'', qualora gli venisse offerto un lavoro sicuro dopo la maturita'.

Naturalmente non mancano i distinguo. Per alcuni ragazzi dipende dal tipo di lavoro (21%), per altri invece conta maggiormente l'aspetto economico e quindi l'ammontare dello stipendio offerto (14%). Sta di fatto che solo il 37% degli intervistati ritiene che la Laurea sia ''un obiettivo che non si puo' barattare''. ''di questi tempi non si puo' rifiutare un lavoro, per studiare c'e' sempre tempo'' dice un giovane su cinque.