Delitto di Perugia: i genitori di Amanda Knox saranno processati per diffamazione

Pubblicato il 15 Febbraio 2011 18:25 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2011 18:25

PERUGIA – Curt Knox ed Edda Mellas, i genitori di Amanda Knox, sono stati rinviati a giudizio oggi dal gup di Perugia per diffamazione a mezzo stampa di cinque poliziotti della questura che indagarono sull’omicidio di Meredith Kercher. Il processo inizierà il 4 luglio prossimo. La diffamazione risale a presunte dichiarazioni rilasciate nel 2009 al sito internet del ‘The Sunday times’, in cui, si legge sul capo di imputazione “attribuirono ai poliziotti azioni e condotte difformi dai doveri d’ufficio”.

“In particolare – si legge ancora – riferivano, contrariamente al vero, che Amanda non era stata assistita da un interprete, che non le erano stati somministrati ne’ cibo ne’ acqua, che era stata ‘abusata’ (abused) sia fisicamente che verbalmente” e che “era stata colpita dietro la testa con una manata” oltre che “minacciata (se chiedi un avvocato le cose si metteranno peggio per te…)”. I genitori della Knox sono difesi dagli avvocati Luciano Ghirga e Maria Del Grosso, che ne avevano chiesto il proscioglimento. Gli agenti sono rappresentati dall’avvocato Francesco Maresca.