Pesa 140 chili: per portarla in ospedale servono i pompieri

Davide Maggiore*
Pubblicato il 24 Marzo 2010 10:20 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2010 10:20
L'obesità al centro di questa insolita storia

L'obesità al centro di questa insolita storia

Ci sono volute due squadre di vigili del fuoco e due ore per portarla fuori di casa. Lei è una cinquantenne di 140 chili, che abita a Piombino Dese, in provincia di Padova ed ha gravi problemi di movimento.

La sua disavventura è cominciata nel tardo pomeriggio, quando ha accusato dei problemi respiratori. La condizione della malata, che soffre di asma cronica, consigliava un ricovero immediato in ospedale, così i familiari hanno chiamato il 118. Ma una volta arrivati sul posto, i sanitari di Camposampiero si sono scontrati con un problema: come trasportare la donna sulla barella lungo due rampe di scale, tra l’altro molto strette?

Così è partita la seconda telefonata, ai pompieri. A cui  ne è poi seguita una terza: i vigili del fuoco di Cittadella, allertati per primi, si sono infatti resi conto che da soli non sarebbero riusciti a completare l’operazione. E hanno chiesto a loro volta aiuto ai colleghi di Castelefranco Veneto.

Esclusa la soluzione di uno spettacolare ma rischioso passaggio attraverso la finestra, la donna è stata sistemata in una speciale imbracatura fatta con teli e, sorretta dai militi, è stata calata lungo le due rampe di scale. Quando ha finalmente lasciato la casa, erano ormai passate due ore e accanto alle autopompe dei pompieri ferme nel cortile si era radunata una piccola folla di curiosi. Terminato il difficile quanto insolito intervento d’emergenza, la donna è stata caricata sull’ambulanza e trasportata d’urgenza all’ospedale di Camposampiero.

*Scuola di giornalismo Luiss