Pesaro, via il coro gay dalla chiesa: l’arcidiocesi annulla il concerto

Pubblicato il 3 Luglio 2010 18:55 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2010 20:04

La diocesi di Pesaro “caccia” il coro gay: non si terrà il concerto del coro omosessuale Komos di Bologna, in programma il 10 luglio prossimo a Pesaro, nella Chiesa di Cristo Re, nell’ambito della rassegna “Vespri d’organo”.

La decisione è stata annunciata in una nota l’Arcidiocesi pesarese, che attraverso l’Ufficio dei Beni culturali ha dato il suo patrocinio alla settima edizione dei “Vespri d’organo a Cristo Re”. Nella nota c’è scritto: ”L’Arcidiocesi si dissocia fermamente dall’iniziativa (inserita nella manifestazione) che prevede, per il prossimo 10 luglio, l’esibizione del coro Komos di Bologna nella Chiesa dell’Annunziata. Tale esibizione, pertanto, viene annullata”.

Nel 2009 il coro Komos, specializzato in musica classica, era già stato allontanato dalla chiesa di Bologna in cui teneva le prove, per decisione dell’arcivescovo Carlo Caffarra, che aveva fatto riferimento al documento della Congregazione per la dottrina della fede sugli omosessuali, firmato nel 1986 dall’allora cardinale Joseph Ratzinger.

La nota dell’Arcidiocesi di Pesaro non aggiunge altro, ma è verosimile che l’arcivescovo, monsignor Piero Coccia, si sia ispirato alle stesse motivazioni.