Pesaro, donna albanese minaccia il suicidio nell'ufficio del sindaco

Pubblicato il 16 Febbraio 2012 16:40 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2012 16:57

PESARO, 16 FEB – Ha minacciato di gettarsi dalla finestra, in una stanza attigua all'ufficio del sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, in piazza del Popolo, esasperata per le condizioni del suo appartamento, pieno di infiltrazioni d'acqua. Protagonista del gesto dimostrativo, una donna albanese di 50 anni, residente con i suoi tre figli in una casa popolare. I lavori, promessi piu' volte, non sono ancora partiti.

Il sindaco, che ha vissuto da subito la drammatica sequenza della protesta, ha invitato le forze dell'ordine ad allontanarsi dalla piazza per poi chiedere l'intervento dei vigili del fuoco con telone e autoscala. Dopo circa 15 minuti, la donna e' scesa dal davanzale su sollecitazione del sindaco e di un'assistente sociale subito chiamata sul posto. ''La signora ha ragione – ha detto Ceriscioli – la sua casa va sistemata al piu' presto e i lavori in effetti erano stati programmati per la settimana scorsa. Solo che la neve ha fatto slittare tutto. Ma adesso l'attesa e' finita. Cominceremo i lavori di risanamento. Tutto e' finito bene. La donna e' rientrata nella sua casa, con la sicurezza di aver ottenuto cio' che chiedeva''.