Pesaro, la figlia sorpresa a copiare a scuola: la mamma perseguita la compagna

Pubblicato il 9 Marzo 2012 18:33 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2012 18:54

PESARO, 9 MAR – I carabinieri di Montecchio in Sant'Angelo in Lizzola hanno denunciato per atti persecutori e diffamazione continuata ai danni di una ventenne una signora di Colbordolo di 58 anni. La giovane, da alcuni mesi, vedeva la sua faccia stampata su migliaia di volantini distribuiti in tutto il paese con tanto di insulti a corredo.

Scartata quasi subito la pista sentimentale, gli accertamenti hanno permesso stamane di cogliere sul fatto la cinquantottenne mentre, dalla sua auto, lanciava decine di volantini. I militari hanno poi scoperto che la figlia della donna, adesso universitaria ma all'epoca compagna di classe della vittima, era stata sorpresa a copiare durante una verifica, con il risultato di un voto basso e l'esame di maturita' che da li' a poco avrebbe dovuto sostenere ormai compromesso. La mamma stalker si era convinta che la 20 enne presa di mira fosse responsabile di quell'episodio. Il rancore mai sopito l'aveva spinta a procurarsi una foto della ragazza dal suo profilo su un social network, a stampare centinaia di volantini con frasi gravemente offensive e a tappezzare tutte le strade del paese. La donna ha ammesso le sue colpe dichiarandosi pentita di quello che ha fatto spinta, si e' giustificata, dalla rabbia.