Pesaro, lui impiccato, la ex moglie strangolata in casa: ipotesi omicidio-suicidio

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2019 8:44 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2019 12:23
Probabile omicidio-suicidio a Pesaro

(Foto d’archivio)

PESARO – Un uomo impiccato nel garage e la ex moglie strangolata in bagno. E’ un probabile omicidio-suicidio quello scoperto nella tarda serata di domenica 11 agosto alla periferia di Pesaro, in un appartamento al piano terra di una palazzina in via Chiaramonti, in zona Santa Veneranda.

La coppia separata di origine moldava è stata trovata morta da alcuni parenti allertati dalle due figlie della coppia, di 23 e 14 anni, che dalla Moldavia, dove erano in vacanza, non riuscivano a contattare telefonicamente la madre. 

L’uomo, Andrei Cegolea, di 47 anni, era un operaio. La moglie, Maria, di 42 anni, faceva lavori saltuari anche come badante. E ai parenti la donna avrebbe confidato più volte le violenze subite dal marito geloso e del quale aveva paura. Per questo aveva deciso di separarsi, pur senza denunciarlo. L’uomo aveva mantenuto le chiavi dell’appartamento. Secondo quanto riferisce l’Agu, sabato Maria aveva messo alla porta il marito dicendo alla figlia al telefono che lui non era per niente contento. Poi, il giorno dopo, l’omicidio. 

Il cadavere dell’uomo era impiccato in un garage usato come capanno degli attrezzi, mentre la moglie, da cui si era separato da un anno, è stata trovata morta nel bagno con un asciugamano intorno al collo, probabilmente strangolata. Indagano i carabinieri. (Fonti: Ansa, Il Corriere Adriatico)