Pesaro-Urbino, controlli della Finanza in occasione del Carnevale

Pubblicato il 23 Febbraio 2012 9:03 | Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2012 9:03

PESARO – In occasione del martedì grasso e della fine del Carnevale, la Guardia di Finanza ha intensificato i controlli sul territorio della provincia di Pesaro Urbino ispezionando oltre 100 attività commerciali. Gli interventi si sono concentrati soprattutto nel controllo del rilascio degli scontrini e delle ricevute fiscali. Sono state eseguite 116 ispezioni e contestate 36 irregolarita', il 31% del totale.

Nell'operazione sono state impiegate 20 pattuglie e 42 militari, con l'ausilio anche dei Baschi Verdi, che hanno ispezionato le attivita' commerciali e ricettive particolarmente interessate dall'evento carnevalesco, nelle località di Pesaro, Acqualagna, Auditore, Cagli, Fano, Fermignano, Fossombrone, Gabicce Mare, Gradara, Piandimeleto, Sant'Angelo in Vado, Sassocorvaro e Urbania. Pesaro è la località dove è stato registrato il maggior numero di irregolarità nel rilascio dei documenti fiscali, con 14 mancate emissioni (39%), seguita da Fano con 6 (17%) e da Fermignano con 3 (8%).

Delle categorie degli esercenti controllate, quella con la piu' alta incidenza di irregolarita' e' risultata quella dei pubblici esercizi con ristoranti, pizzerie e bar. In totale, sono state elevate sanzioni amministrative per circa 20.000 euro.

I militari impiegati hanno anche controllato i veicoli in transito nelle maggiori vie di afflusso alle localita' oggetto dell'ispezione: in particolare, 20 automezzi di grossa cilindrata costituiranno la base per l'accertamento della reale capacita' contributiva degli utilizzatori.