Pescara, casalinghe hard contro la crisi: frustini, unguenti stimolanti e vibratori

Pubblicato il 7 dicembre 2012 11:31 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2012 11:31
Pescara, casalinghe hard contro la crisi:  frustini, unguenti stimolanti e vibratori

Pescara, casalinghe hard contro la crisi: frustini, unguenti stimolanti e vibratori

PESCARA – Frustini, unguenti stimolanti e vibratori. C’era tutto il necessario nella casa di appuntamenti allestita a Montesilvano da diverse casalinghe che si sono organizzate e improvvisate prostitute contro la crisi.

Le casalinghe pubblicizzavano anche la loro attività sui siti internet e ogni prestazione aveva una tariffa di 50 euro, tariffa che raddoppiava se si chiedevano due donne contemporaneamente, per un incasso totale di circa 500 euro a serata.

Ieri 6 dicembre 2012 – come riportato da Il Centro –  i carabinieri di Montesilvano coordinati dal capitano Enzo Marinelli hanno identificato tre italiane (tra cui un’estetista senza lavoro) e una romena tra i 30 e i 50 anni.

5 x 1000

Inoltre Il Centro riferisce che sono stati “denunciati, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, l’affittuario del locale, un uomo di 43 anni di Montesilvano, e la tenutaria, una 35enne anche lei di Montesilvano.  Tra i clienti, tutti tra i 20 e i 60 anni, anche il funzionario di un ente pubblico”.