Pescara, messa nonostante i divieti: multati prete e fedeli

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Aprile 2020 14:13 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2020 14:13
Pescara, messa nonostante i divieti: multati prete e fedeli

Pescara, messa nonostante i divieti: multati prete e fedeli (Foto archivio Ansa)

PESCARA  –  Ha deciso di celebrare la messa del giovedì santo nonostante le restrizioni per l’emergenza coronavirus. Ma alcuni cittadino lo hanno segnalato alla polizia, che ha sanzionato sacerdote e fedeli. E’ accaduto a Pescara, alla parrocchia della Beata Vergine Maria del Rosario di via Cavour.

Diverse le segnalazioni arrivate al 113 giovedì pomeriggio. Quando gli agenti della squadra Volante sono intervenuti sul posto, hanno accertato che la celebrazione era effettivamente aperta ai fedeli, in barba alle disposizioni nazionali per il contenimento del contagio da coronavirus. I fedeli, in tutto quattordici, ed il sacerdote sono stati quindi identificati e sanzionati. 

Solo pochi giorni fa, il 6 aprile, un episodio analogo a Marsciano, in provincia di Perugia, ha portato all’isolamento domiciliare di 14 persone che avevano preso parte ad una messa che avrebbe dovuto essere celebrata a porte chiuse e in streaming per la domenica della Palme nella chiesa della piccola frazione di Ammeto di Marsciano.

Le 14 persone, tra cui due sacerdoti ed un diacono, sono stati messi in isolamento domiciliare per 14 giorni nel proprio domicilio. Lo ha deciso il sindaco Francesca Mele “in via cautelativa e preventiva”.

Quanto successo nella chiesa Santa Maria Assunta è stato ripreso e il filmato è poi finito sui social. Mostra tra l’altro alcuni fedeli ricevere la comunione direttamente dalle mani del sacerdote.

Il Comune ha quindi subito attivato gli accertamenti della polizia locale per identificare i partecipanti a carico dei quali, oltre all’isolamento, si sta valutando l’adozione di sanzioni amministrative. Nessuno dei presenti è risultato avere misure legate al coronavirus. (Fonti: Agi, Ansa)