Pescara, 21enne morto in un hotel. Stanza era piena di sangue, si indaga

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2020 9:37 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2020 9:37
Pescara, 21enne morto in un hotel

Pescara, 21enne morto in un hotel. Stanza era piena di sangue, si indaga (foto ANSA)

Un ragazzo di 21 anni è morto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Pescara, dopo essere stato trovato gravemente ferito in un hotel del lungomare.

Il 21enne, Alessandro Di Nino, originario di Ortona ma residente a Pescara, stando alle prime informazioni, avrebbe delle ferite da taglio. In base ad alcune testimonianze, le tracce di sangue sulle lenzuola e sul pavimento della stanza erano piuttosto abbondanti.

A lanciare l’allarme, attorno alle 6 del mattino di ieri, sabato 25 luglio è stato un compagno di stanza, che ha trovato il giovane a terra. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno trasportato il ragazzo in ospedale, e i carabinieri, che stanno indagando sulla vicenda. Sul posto anche il medico legale, Ildo Polidoro. Il 21enne avrebbe perso molto sangue, ma le ferite, stando ai primi accertamenti, non sarebbero la causa della morte. Eseguiti, come da routine, anche i test tossicologici.

Sono stati ascoltati dai carabinieri i dipendenti e persone presenti nell’albergo, oltre al compagno di stanza della vittima, sentito come persona informata sui fatti. Per ricostruire l’accaduto, saranno fondamentali gli esiti dell’autopsia, che dovrebbe essere eseguita lunedì.

Il 21enne si sarebbe ferito alle gambe con i vetri di una finestra che probabilmente lui stesso avrebbe rotto. Non è chiaro perché il giovane, residente in città, si trovasse nella camera d’albergo, intestata al suo amico. L’episodio sarebbe avvenuto quando il compagno di stanza non era in hotel. Sulla vicenda indagano i carabinieri del Reparto Operativo del Comando provinciale di Pescara. (fonte AGI, IL MESSAGGERO)