Pescara, studentessa morta in casa: la trovano le sue coinquiline

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 dicembre 2018 18:10 | Ultimo aggiornamento: 4 dicembre 2018 20:08
Pescara, coinquiline trovano la studentessa morta in casa

Pescara, studentessa morta in casa: la trovano le sue coinquiline

PESCARA – Una studentessa di 28 anni è stata trovata morta nella sua casa di Pescara. A trovare il corpo senza vita sono state le sue coinquiline, che hanno dato subito l’allarme la sera del 3 dicembre scorso. All’arrivo del 118 i sanitari non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso per cause naturali.

La studentessa era di origini venezuelane e residente ad Alfadena, in provincia de L’Aquila, ma studiava a a Pescara e viveva in via Teramo. La ragazza si trovava nel suo letto quando ha avuto un malore che l’ha stroncata. Malata di diabete, era anche in dialisi e ad accorgersi del decesso sono state le sue coinquiline che, rientrate a casa, hanno sentito suonare l’allarme del macchinario utilizzato per i trattamenti sanitari della giovane e sono accorse nella camera della loro coinquilina. 

Subito è scattato l’allarme, ma per la ragazza non c’è stato nulla da fare. I medici dell’ambulanza hanno potuto solo constatarne il decesso. Sul posto sono intervenuti anche il medico legale, la polizia e la polizia scientifica. Gli accertamenti hanno escluso segni di violenza. Su disposizione del magistrato di turno la salma è stata riconsegnata ai familiari.