Pesce “infetto” a Napoli: sequestrate 25 tonnellate

Pubblicato il 18 Novembre 2011 10:03 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2011 10:22

NAPOLI – I carabinieri del Nas di Napoli e della compagnia di Torre Annunziata (Napoli) stanno eseguendo 6 arresti (uno in carcere e cinque ai domiciliari), disposti dal gip del Tribunale di Torre Annunziata, nei confronti di persone dedite all’allevamento, alla pesca e alla commercializzazione di prodotti ittici altamente pericolosi per la salute pubblica.

L’indagine ha permesso di accertare che l’organizzazione criminale operava illecite attivita’ di pesca e di allevamento nonche’ pericolose procedure di conservazione dei prodotti ittici.

Chiuse 8 pescherie e sequestrate 25 tonnellate di pescato, che alle analisi e’ risultato massicciamente contaminato dal batterio ‘escherichia’ coli, causa di gravi patologie. Sequestrati inoltre un deposito di datteri marini ed una pescheria abusivi e, dall’ufficio circondariale marittimo di Torre Annunziata, un peschereccio utilizzato per la pesca illegale.