Peschiera del Garda, si tuffa nel lago e sbatte la testa: morta a 20 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2020 9:10 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2020 9:11
Peschiera del Garda, si tuffa nel lago e sbatte la testa: morta a 20 anni

Peschiera del Garda, si tuffa nel lago e sbatte la testa: morta a 20 anni

VERONA – Una ragazza appena ventenne è morta dopo essersi tuffata nel Lago di Garda. Si chiamava Silvia Doriguzzi, ed era di Igne di Longarone (Belluno).

Silvia è morta la notte del 17 giugno a Peschiera del Garda, in provincia di Verona.

Si trovava a Peschiera per il lavoro che doveva iniziare come barista in un locale della zona.

La ragazza si è tuffata nel lago, riporta L’Arena, dopo una festa con amici, ma non è più risalita. A soccorrerla e portarla a riva un ispettore della Polaria di Villafranca di Verona, libero dal servizio.

La 20enne è morta poche ore dopo in ospedale. L’agente ha allertato i Carabinieri di Peschiera dopo aver visto la ragazza cadere in acqua.

È intervenuta una pattuglia che, assieme a un amico della giovane e all’ispettore di polizia, hanno avviato immediate ricerche nella zona.

La ragazza è stata individuata esanime sotto un pontile del lago.

I soccorritori si sono tuffati per riportarla sulla spiaggia. La giovane era in arresto cardiaco.

I carabinieri hanno avviato subito le procedure di respirazione artificiale fino all’arrivo dei sanitari del 118.

La giovane è stata trasportata all’ospedale di Peschiera del Garda, dove è stata ricoverata in gravi condizioni.

Le successive indagini hanno permesso di ricostruire che la ragazza, dopo una serata in compagnia di amici nella quale probabilmente aveva bevuto, nel fare un tuffo ha battuto la testa e ha perso i sensi, restando sott’acqua per diversi minuti.

A dare l’allarme gli amici della ragazza ma che non vedendola risalire hanno chiamato i soccorsi. (fonte L’ARENA)