Peschiera (Verona), arrestati 2 modelli russi: truffavano hotel di lusso

Pubblicato il 12 Marzo 2010 8:22 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2010 8:23

Una coppia di modelli russi è stata arrestata sul Lago di Garda perché truffava alberghi di lusso. I due, un uomo di 36 anni e la moglie di 30, soggiornavano in alberghi a 5 stelle e pagavano con carta di credito: ma nella carta c’era soltanto 1 euro.

I carabinieri di Peschiera (Verona) hanno scoperto il trucco e li hanno arrestati, accusandoli di truffa e appropriazione indebita. I due, che contavano sul loro bell’aspetto e sulle auto lussuose con le quali viaggiavano, avevano escogitato un sistema semplice ma efficace per soggiornare nei migliori hotel resort di tutta Europa, Italia compresa.

Prenotavano telefonicamente il soggiorno in hotel 5 stelle, utilizzando una carta di credito on-line, e pretendendo le migliori suite e tutti i confort. Durante il soggiorno in albergo non si facevano mancare nulla: caviale, salmone, champagne e vini delle migliori cantine. Il più delle volte sparivano senza pagare, o prima che l’albergo si accorgesse che la loro credit card era praticamente vuota.

L’uomo, Giedrus Milton, è residente in Russia, la donna, Anna Milton, in Australia. Ma il direttore dell’hotel “Principe” di Lazise (Verona), quando si è accorto che in soli due giorni la coppia aveva già raggiunto un conto di 3.000 euro ha chiesto loro un anticipo.

La carta “gold” però non ha mentito: il credito era soltanto di un euro. La coppia russa ha tentato di allontanarsi velocemente a bordo di una Porsche Cayenne, ma sono stati intercettati e fermati dai carabinieri, allertati dall’albergo.

Nel portabagagli del Suv sono stati recuperati, accappatoi, asciugamani, creme, profumi, sottratti alla beauty dell’hotel, e 20 carte di credito. Prima di raggiungere l’Italia, i due avrebbero soggiornato in Grecia, Germania, Francia e Spagna.