Pescosolido. Angelo Ascione morto: pestaggio letale? Disposta autopsia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 marzo 2014 0:22 | Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2014 0:22
Pescosolido. Angelo Ascione morto: pestaggio letale? Disposta autopsia

Pescosolido. Angelo Ascione morto: pestaggio letale? Disposta autopsia

FROSINONE – Angelo Ascione è morto la sera del 27 febbraio al policlinico Umberto I di Roma, dove era stato ricoverato per le percosse subite durante una lite avvenuta lo scorso 18 febbraio a Pescosolido, in provincia di Frosinone. Ora la Procura ha disposto l’autopsia sul corpo di Ascione, che sarà eseguita tra il 1° e il 3 marzo, per stabilire con certezza le cause della morte.

Ascione, idraulico di 66 anni, era rimasto ferito dopo la lite con un operaio di 33 anni. L’artigiano, che fino a qualche anno fa aveva un negozio di elettrodomestici a Sora, secondo le prime ipotesi, è stato picchiato in piazza dal marito di una giovane donna, forse per il comportamento avuto con la moglie dell’operaio.

Le indagini della procura, affidate alla questura di Frosinone, sono solo all’inizio. Gli investigatori stanno cercando di capire se la morte dell’uomo sia da collegare con la lite verificatasi in piazza. Gli uomini del questore Giuseppe de Matteis stanno svolgendo accertamenti per stabilire se a scatenare il litigio sia stato il comportamento dell’idraulico verso la donna o se tutto sia nato invece dopo un diverbio per futili motivi provocato da altre questioni tra i due uomini.

L’operaio è stato ascoltato dagli inquirenti, ma nei suoi confronti non c’è alcun provvedimento. La polizia avrebbe anche sentito alcuni testimoni. L’idraulico, dopo il ricovero all’ospedale di Sora, era stato trasferito all’Umberto I di Roma, dove è deceduto. La salma è stata sequestrata. L’autopsia dovrà chiarire le cause della morte.