Piacenza, uccide l’amica e tenta il suicidio: soffriva di depressione

Pubblicato il 24 luglio 2012 19:51 | Ultimo aggiornamento: 24 luglio 2012 20:08

PIACENZA – Ha ucciso l’amica a coltellate, poi ha tentato di uccidersi lanciandosi dal balcone. Sarebbe questa la dinamica dietro la tragedia che ha avuto protagoniste due giovani amiche – entrambe originarie del milanese – martedì pomeriggio a Ferriere, piccolo paese della Valnure sull’Appennino Piacentino. Nel primo pomeriggio, attorno alle 15.15, in un appartamento al terzo piano di via della Circonvallazione, una giovane donna, Annalisa Lombardi, 28 anni, residente a Milano e che aveva lavorato in passato in un locale del paese, è stata trovata morta in casa con ferite da taglio, soprattutto al collo.

Un’altra ragazza, Monica Sabrina Montagna, 29 anni, di Bovisio Masciago, nel Milanese, poco prima era precipitata dal balcone ed è in condizioni gravissime. L’ipotesi che fanno gli inquirenti è che la vittima sia stata accoltellata dall’amica che poi ha tentato il suicidio lanciandosi nel vuoto: la 29enne prima è caduta su un balcone che stava al piano inferiore, poi nel cortile. Lì è stata soccorsa dai medici del 118 e trasportata in elisoccorso all’ospedale di Parma. La ragazza, secondo quanto si apprende, da tempo soffriva di depressione, e l’amica le era stata molto vicina.

La vacanza nei luoghi che entrambe conoscevano (le due donne, amiche da tempo, erano solite passare le vacanze nel paese) era per la vittima un modo per aiutare l’amica nel momento difficile. E’ toccato ai carabinieri delle Compagnie di Piacenza e Bobbio cercare di ricostruire i fatti: prima della tragedia c’è stata una lite, perché testimoni, tra cui una vicina, hanno raccontato di aver sentito delle grida violente prima che la 29enne precipitasse dal balcone. Ma certo, la dinamica precisa è ancora oscura. Per chiarirla l’abitazione è stata isolata, e i militari del Ris hanno proceduto ai rilievi di rito che permetteranno forse di ricostruire meglio il quadro della vicenda.