Piacenza: picchia la moglie e tenta di dare fuoco all’appartamento: arrestato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Novembre 2019 17:07 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2019 17:07
Carabinieri, Ansa

Una volante dei carabinieri (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Picchia la moglie, all’arrivo della polizia si barrica in casa e poi apre il gas tentando di dare fuoco all’appartamento. 

Un romeno di 35 anni è stato arrestato nella serata di venerdì 29 novembre a Piacenza per tentata strage, maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, infatti, questa è la ricostruzione degli eventi, nella serata di giovedì 28 novembre dopo aver picchiato brutalmente la sua compagna, mandandola all’ospedale, all’arrivo della polizia si è barricato in casa e ha aperto il gas, tentando di dare fuoco all’appartamento. La polizia ha sfondato la porta e lo ha fermato appena in tempo. Poi è stato arrestato.

“All’interno dell’appartamento – si legge sul sito liberta.it – le fiamme avevano già interessato un mobile della cucina e i locali erano invasi da fumo e gas. Nonostante il rischio di esplosione gli agenti, dopo aver fatto evacuare il palazzo, sono entrati, hanno bloccato l’uomo, visibilmente ubriaco, e spento l’incendio con gli estintori in dotazione alle volanti. Alle origini del gesto c’è una lite tra i due conviventi, innescata da motivi economici. L’uomo, al ritorno a casa della donna, l’ha ripetutamente colpita con pugni e calci sul pianerottolo”.

“Gli agenti della volante – ha detto il questore di Piacenza Pietro Ostuni – hanno agito a rischio della propria incolumità per evitare una strage. A loro va il nostro riconoscimento e gratitudine”.

Fonte: Ansa, Liberta.it.