Piacenza, va a scuola nonostante sia positiva: tamponi per tutti i compagni di classe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Ottobre 2020 10:20 | Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre 2020 12:49
Piacenza, va scuola nonostante sia positiva: tamponi per tutti i compagni di classe

Scuola, in Sardegna arrivati 3mila banchi monoposto su 50mila richiesti

Ha frequentato le lezioni pur essendo in isolamento una studentessa rientrata dall’estero, risultata positiva al tampone per Covid-19.

Il Servizio di igiene pubblica dell’Asl di Piacenza ha immediatamente avviato l’indagine epidemiologica per ricostruire i contatti stretti della giovane ed è venuto a conoscenza che la stessa, pur essendo in isolamento, aveva invece frequentato alcune lezioni presso un liceo di Castel San Giovanni nelle giornate del 14 e 15 settembre.

Essendo già trascorsi 14 giorni dalla data dell’eventuale trasmissione, l’igiene pubblica di Piacenza, prima di disporre quarantena, ha convocato i compagni di classe e gli insegnanti presenti in classe nelle stesse date per effettuare il tampone.

I test saranno effettuati già oggi ed eventuali provvedimenti di quarantena saranno adottati una volta conosciuto l’esito.

Coronavirus, il bollettino del 30 settembre

Ancora in crescita i nuovi contagi da coronavirus in Italia: 1.851 nuovi casi di mercoledì, contro i 1.648 di martedì, ma con molti più tamponi, 105.564 rispetto ai 90.185.

Il totale dei casi di positività sale così a 314.861.

In calo i decessi, aumentano i guariti

In calo i morti di coronavirus: 19 oggi (martedì 24), per un totale di 35.894.

I guariti in più sono 1.198 (1.316) e sono ora 227.704.

Nessuna regione Covid free

La regione con più casi è la Campania (+287), seguita da Lazio (+210) e Lombardia (+201), stessa situazione di ieri.

Non c’è nessuna regione a zero contagi, quelle che che stanno meglio sono Valle d’Aosta e Molise con sei nuovi casi. 

Gli attualmente positivi in aumento

Aumentano anche gli attualmente positivi (+633 mentre martedì erano stati 307) per un totale di 51.263.

Calano di una unità i ricoveri in regime ordinario: 3047, quando ieri si era registrato un +71, mentre le terapie intensive salgono di 9 unità (ieri 7), e sono 280.

Infine, in isolamento domiciliare ci sono 47.936 persone (625 più di martedì). (fonti ANSA, AGI)