Piacenza, transessuale racconta i festini in caserma: “Sono tutti gay. Io sieropositiva ma loro…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2020 11:51 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2020 11:51
Piacenza, transessuale racconta i festini in caserma

Piacenza, transessuale racconta i festini in caserma: “Sono tutti gay. Io sieropositiva ma loro…” (foto ANSA)

Ad aggravare la posizione dei carabinieri arrestati nell’inchiesta di Piacenza c’è una transessuale brasiliana, che si fa chiamare Francesca.

Intervistata in esclusiva da Ernesto Manfré di Radio Capital, la transessuale accusa il maresciallo a capo della caserma sequestrata di Piacenza: “E’ lui il responsabile. Quella caserma era un pu**anaio, almeno quattro volte abbiamo fatto feste con se**o e droga”.

Il giornalista le chiede se il Comandante le chiedeva di lavorare per lui: “Di lavorare per lui e se non lavoravo per lui faceva in modo di mandarmi in Brasile”.

La transessuale nega di aver venduto la droga (“questo non me lo ha mai proposto”) però ammette di essere stata picchiata: “Un po’ di botte le ho prese, ma erano aggressioni se**uali, sono i maniaci del se**o, perché loro sono maiali”.

Durante l’intervista però, la transessuale svela di essere sieropositiva ma “uso sempre il preservativo”. E aggiunge un retroscena inquietante: “Loro volevano fare tutto senza protezione ero io che frenavo. Le altre lo facevano senza, ma io no. Loro facevano se**o violento, se**o animale”.

Infine, a domanda del giornalista di Radio Capital, la brasiliana dà altri dettagli su quegli incontri nella caserma di Piacenza: “Sono tutti gay perché succhi*** ca**i. Io ho usato sempre il mio guanto con loro, perché lo sapevo che questa bomba esplodeva, io sono andata in caserma 3 o 4 volte”. (fonte DAGOSPIA)