Massa Carrara: picchia il figlio disabile perchè troppo irrequieto

Pubblicato il 13 agosto 2010 13:07 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2010 21:20

Ha picchiato di fronte a tutti, operatrici e compagni, il figlio disabile che era troppo irrequieto. L’episodio, raccontato sulla cronaca locale della Nazione, è avvenuto al centro estivo per ragazzi di Marina di Carrara (Massa Carrara) frequentato dal giovane assieme ad un’assistente di sostegno.

Il padre del ragazzo, chiamato dalle stesse operatrici perchè il figlio aveva avuto un comportamento turbolento anche nei confronti degli altri coetanei, ha avuto uno scatto d’ira e ha malmenato il ragazzo portandolo poi via. La delicata vicenda è finita sul tavolo dell’assessore al sociale al Comune di Carrara, Massimiliano Bernardi che si è detto ”turbato per l’increscioso episodio” e ha riferito che sarà informato il tribunale dei minori di Genova per i provvedimenti del caso.

Il consigliere comunale de La Destra, Gianni Musetti, informato da alcuni genitori di bambini che avevano assistito al fatto, ha preannunciato un esposto alla procura della Repubblica. Il disabile, un pre-adolescente, è sofferente di un disagio psico-motorio e ha problemi di relazioni sociali.

Frequenta uno dei centri estivi organizzati dall’amministrazione comunale di Carrara dove, tutte le mattine, è assistito da una operatrice che lo aiuta nel percorso di inserimento.