Treviso: picchia moglie, figli e fratello, in cella per due anni

di Irene Pugliese*
Pubblicato il 4 Novembre 2010 14:31 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2010 14:32

Abusava di alcol e i suoi problemi li scaricava sulla famiglia con la violenza. Alfredo Vettoretto, 54enne di Vedelago (Treviso), pensionato, sposato e padre di due figli maggiorenni, è stato condannato a due anni di carcere per lesioni personali, maltrattamenti in famiglia aggravati, violazione di domicilio e tentato incendio.

Gli episodi sono iniziati qualche anno fa, quando l’uomo ha cominciato ad avere problemi di dipendenza. Le litigate tra le mura di casa sono diventate sempre più frequenti fino a trasformarsi in vere e proprie aggressioni. E’ stata la moglie la prima a subire gli sfoghi violenti del marito che si sono spinti fino a minacce con coltello, subito dopo i due figli. Fino a quando la rabbia si è spostata sul fratello che vive nell’edificio accanto.

Vettoretto, in preda ai fumi dell’alcol, ha tentato di dare fuoco al portone che separa le due abitazioni con l’intenzione di fare irruzione nella casa del fratello e prenderlo a botte. Sono stati i carabinieri di Vedelago a fermarlo e a condurlo nell’ospedale psichiatrico di Montebelluna, sempre in provincia di Treviso, dove ha cominciato a segurie un programma di recupero.

E’ passato più di un anno da questo episodio, nel frattempo a suo carico è stata presentata una denuncia che ha portato ad un processo. La condanna è di tre mesi fa, ma solo nei giorni scorsi Vettoretto è stato trasferito in carcere.

5 x 1000

*Scuola di Giornalismo Luiss