Piccioni vivi come esche per i pesci: denunciati a Firenze

Pubblicato il 3 Giugno 2012 12:50 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2012 13:12

FIRENZE, 3 GIU – Sono stati sorpresi dalla polizia mentre usavano piccioni vivi attaccati all'amo come esche per pescare ''pesci siluro''. Cosi' tre pescatori tra i 33 ed i 35 anni, muniti di regolare licenza di pesca, sono stati denunciati per uccisione di animale: i piccioni, infatti, in seguito alle ferite inferte dai grossi ami, sono morti ed i tre pescatori sono stati trovati in possesso di una scatola con carcasse di altri volatili probabilmente utilizzati in precedenza con la stessa ''tecnica'. E' accaduto lungo l'Arno, nel pieno centro di Firenze, alla Pescaia di Santa Rosa.

I tre sono stati scorti da un passante che in un primo momento ha pensato che i pescatori stessero ''salvando'' i piccioni da un improbabile annegamento. Poi, resosi conto che questi venivano usati come esche vive, ha avvisato la polizia. Agli uomini della volante giunti sul posto, i tre hanno candidamente spiegato di aver visto su un sito web che quello era il modo giusto per pescare i ''pesci siluro'', i pesci di enormi dimensioni originari dell'Europa dell'est e che ormai da anni vivono, spesso infestandole, le acque di molti fiumi italiani.