Piemonte, 2 ore ginnastica alle elementari. Roberto Cota: “Risparmio su sanità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Luglio 2013 9:55 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2013 9:55
Piemonte, 2 ore di ginnastica alle elementari. Roberto Cota: Risparmio su sanità

Piemonte, 2 ore di ginnastica alle elementari. Roberto Cota: “Risparmio su sanità”

TORINO – Due ore di ginnastica obbligatoria a settimana anche alle scuole elementari. “Una legge rivoluzionaria”, come la definisce Alberto Cirio, assessore allo Sport della Regione Piemonte. Un modo indiretto per “risparmiare sulla sanità” secondo il governatore, Roberto Cota. Di certo il disegno di legge sulla materia, presentato venerdì in Regione e da settembre al vaglio del Consiglio, ha il merito di sdoganare l’educazione fisica, cenerentola delle materie scolastiche: si fa e non si fa, oppure solo a metà a discrezione dei maestri.

L’iniziativa che dovrebbe partire dall’anno scolastico 2014-15, interesserà 180 mila ragazzi e 9 mila classi piemontesi. Costo: 2,1 milioni di euro, di cui circa la metà saranno a carico della Regione Piemonte, mentre 900 mila ce li mettono il Ministero e il coni. Soldi che Cota considera un vero e proprio investimento:

“Studi scientifici dimostrano che ragazzi che fanno sport in prospettiva— prosegue Cota — porteranno a un contenimento della spesa sanitaria. Sono orgoglioso che la nostra sarà la prima regione che in Italia approva un provvedimento del genere. Speriamo che avvenga un cambiamento culturale affinché lo sport non sia più marginale nella scuola”.

Per agevolare il cambiamento, tra le altre novità, è prevista pure l’abolizione dei costi del certificato di sana e robusta costituzione necessario per la pratica sportiva non agonistica. “Verrà rilasciato gratis dal medico di famiglia”, ha promesso Cota.