Pier Luigi Chiodini, di Novara, ha ucciso a sprangate Giorgio Sorbellini, di 31 anni, perché non voleva che vivesse con sua figlia Sabrina, di 18

Pubblicato il 13 giugno 2009 19:55 | Ultimo aggiornamento: 13 giugno 2009 21:39

L’operaio novarese Pier Luigi Chiodini, 54 anni, ha ucciso a sprangate Giorgio Sorbellini, di 31 anni, fidanzato della figlia diciottenne Sabrina.

Chiodini non accettava la relazione di Sabrina con Sorbellini_ non gli andavano giù la differenza d’età né i precedenti per droga dell’uomo.  La  ragazza, però, non aveva per nulla dato ascolto al padre, anzi era andata a vivere con Sorbellini, nel paese di lui, Trecate, in provincia di Novara.

Così oggi, sapendo che la ragazza sarebbe andata a Novara, per l’esame di guida, Chiodini si è appostato e ha aggredito alle spalle il giovanotto, colpendolo a sprangate fino a qundo non lo ha visto cadere in un lago di sangue. Sorbellini, ancora in vita, è stato trasportato all’ospedale di Novara, dove però è morto poco dopo il ricovero.

Chiodini è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario.