Piero Terracina, morto uno degli ultimi sopravvissuti di Auschwitz: aveva 91 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Dicembre 2019 11:23 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2019 12:09
Piero Terracina morto a 91 anni: era sopravvissuto ad Auschwitz

Piero Terracina (Foto archivio ANSA)

ROMA – E’ morto a Roma a 91 anni Piero Terracina, uno degli ultimi sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz. Solo lo scorso dicembre il Consiglio comunale di Campobasso aveva stabilito all’unanimità di conferire la cittadinanza onoraria a Terracina e ad altri sopravvissuti della Shoah, tra cui anche la senatrice Liliana Segre

Terracina viveva a Roma e aveva solo 15 anni quando fu prima portato nel carcere di Regina Coeli con la sua famiglia e poi, ne giorno della Pasqua ebraica del 1944, nel campo di Fossoli, vicino Modena. Un viaggio che l’ha portato fino al campo di Auschwitz.

Zingaretti: “La testimonianza era la sua missione di vita”

Nicola Zingaretti, segretario Pd, su Facebook scrive: “Piero Terracina ci ha lasciato. Non ho parole per descrivere il dolore che mi provoca la sua scomparsa. Piero, lo ricordiamo sempre pronto a raccontare l’orrore di Auschwitz, sempre pronto a trasmettere ai giovani l’importanza della memoria. La testimonianza era diventata la missione di vita”.

Il segretario del Pd e governatore della Regione Lazio ha poi aggiunto: “Le sue parole continueranno a vivere negli occhi dei tanti ragazzi che ha incontrato in questi anni. Piero era una persona libera anche nel denunciare omissioni e silenzi di questi anni. Il suo rigore, il suo dolore, la sua inquietudine nel vedere il ritorno di segnali pericolosi devono essere per noi spinta all’impegno. Piero, grazie. Ti giuro con tutto me stesso che farò di tutto per non deluderti. Non abbasseremo mai la guardia, non faremo sconti e saremo rigorosi e intransigenti come lo sei stato tu. Un immenso abbraccio”.

Comunità Ebraica di Roma piange la sua scomparsa

Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma, in una nota spiega che la comunità “piange la scomparsa di un baluardo della Memoria. Piero Terracina ha rappresentato il coraggio di voler ricordare, superando il dolore della sua famiglia sterminata e di quanto visto e subito nell’inferno di Auschwitz, affinché tutti conoscessero l’orrore dei campi di sterminio nazisti. Oggi piangiamo un grande uomo e il nostro dolore dovrà trasformarsi in forza di volontà per non permettere ai negazionisti di far risorgere l’odio antisemita”.

 Virginia Raggi: “Roma si impegna a trasmettere la memoria dell’orrore nazifascista”

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha commentato su Twitter: “Profondo dolore per la scomparsa di Piero Terracina, uno degli ultimi sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. @Roma si stringe ai suoi familiari e conferma l’impegno di trasmettere ai giovani la memoria dell’orrore nazifascista. Non dimenticheremo mai”.

(Fonte ANSA)