Pietro Orlandi a Benedetto XVI: il Papa all’ Angelus parli di Emanuela

Pubblicato il 23 Febbraio 2013 11:26 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2013 11:57
orlandi pietro

Pietro Orlandi

Pietro Orlandi ha rivolto un appello a Papa Benedetto XVI, mediante lettera diffusa sul web, in cui chiede al Pontefice dimissionario che quando, domenica 24 febbraio 2013, reciterà l’ultimo Angelus del suo pontificato, parli di sua sorella Emanuela Orlandi, sparita quasi 30 anni fa senza che da allora il mistero sia stato mai svelato.

Pietro Orlandi ha scritto: 

“Spero con tutto il cuore che [Vostra Santità] in quest’occasione possa ricordare, con una preghiera, la cittadina vaticana Emanuela Orlandi, auspicando che si possa arrivare quanto prima alla necessaria verità sulla sua scomparsa.

“Sarebbe un importante segnale di trasparenza e voglia di cambiamento, anche per le oltre 120.000 persone che da 40 Paesi nel mondo hanno sottoscritto gli appelli a Papa Benedetto XVI e al cardinale Tarcisio Bertone per la verità su Emanuela” .

E una promessa:

“Domenica sarò in Piazza S. Pietro, per l’ennesima volta a testa in su, aspettando quelle parole”.

Il messaggio, oltre che al Papa, è indirizzato anche a Mons. Angelo Becciu, sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato vaticana,  e a mons. Georg Ganswein, segretario del Papa.