La pillola per dimagrire è fuorilegge: il medico dei vip finisce sotto processo

Pubblicato il 16 gennaio 2013 13:31 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2013 13:32
La pillola per dimagrire è fuorilegge: il medico dei vip finisce sotto processo

La pillola per dimagrire è fuorilegge: il medico dei vip finisce sotto processo

ROMA – La pillola per dimagrire a base di Fendimetrazina è fuorilegge e non avrebbe mai dovuto essere prescritta. Per questo il medico dei vip, Antonio Favella, è finito sotto processo con l’accusa di falso e violazione della legge sugli stupefacenti. Con lui alla sbarra altre sette persone accusate di ricettazione e i titolari delle farmacie “Europea” in via della Croce e “Villa Ferraioli” di Albano.

Il Dott. Favella, noto endocrinologo sulla scena capitolina, per anni ha assecondato folle di vip, convinti di essere in sovrappeso. A loro prometteva diete facili prescrivendo una pillola magica: se non fosse che il principio attivo su cui si basava quel farmaco miracoloso è considerato pericoloso per le persone non obese. La fendimetrazina è, infatti, un anoressizzante in grado di diminuire l’appetito agendo sui centri nervosi della fame. Dopo una lunga querelle tra i produttori del farmaco e il ministero della Salute, nell’agosto 2011 è scattato il divieto assoluto di commercializzarla.

Ma fino a quella data il dott. Favella poteva prescriverla a pazienti obesi. Così per aggirare il divieto, secondo la procura, sulle ricette alterava il peso e l’altezza dei suoi pazienti, per ottenere un indice di massa corporea superiore a quella reale.

Tra coloro i quali si sono avvalsi delle cure del dott. Favella ci sono anche Christian De Sica, Ela Weber e la sorella di Carlo Verdone. Negli ultimi dieci anni tre persone sono morte a causa della Fendimetrazina.