Pinerolo (Torino): bambini maltrattati. Le maestre chiedono il dissequestro dell’asilo e non vogliono che vada al Comune

Pubblicato il 15 Novembre 2010 15:40 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 15:54

I legali delle maestre dell’asilo nido di Pinerolo (Torino), posto sotto sequestro dai Carabinieri giovedì 11 novembre, hanno presentato istanza di dissequestro al Tribunale del Riesame. Lo hanno detto gli stessi legali che difendono le tre insegnanti, Francesca Panfili, Elisa Griotti e Stefania Di Maria, indagate dalla Procura della Repubblica di Pinerolo per concorso continuato in maltrattamenti di minori.

Le tre donne sono difese da un pool di legali composto da Mirella Bertolino, Mauro Ronco, Davide Richetta e Cristina Botto.

I tre avvocati hanno anche annunciato che impugneranno il provvedimento di affidamento giudiziale della struttura al sindaco, Paolo Covato. Cristina Botto ha anticipato che il pool difensivo ”impugnerà il provvedimento della magistratura perché si tratta di un provvedimento ibrido. Nell’asilo potrebbero esserci tracce utili per la difesa”.

”Non si tratta – ha aggiunto Botto – di una struttura pubblica, dove poter far subentrare una cooperativa nella gestione dell’asilo. Se si riapre, ad accudire i piccoli devono esserci le maestre che hanno sempre avuto i bambini. Tutti i momenti della giornata – ha concluso – possono essere ripresi con delle telecamere”.

5 x 1000