Pinerolo, padre e figlia morti nell’auto in fiamme. La mamma ha provato a salvarli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Settembre 2019 13:50 | Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2019 13:50
Pinerolo, padre e figlia morti nell'auto in fiamme. La mamma ha provato a salvarli

La Mini incendiata sulla Torino-Pinerolo (foto ANSA)

TORINO – Indagini in corso sull’incidente verificatosi sulla Torino-Pinerolo, all’uscita per Riva di Pinerolo in cui hanno perso la vita Giuseppe Pennacchio, 42 anni, e sua figlia Nicole, di soli 6 anni: sono morti carbonizzati dopo che la loro Mini d’epoca è stata tamponata da una Toyota. Ad assistere alla scena, la moglie della vittima che viaggiava su un’altra Mini con la loro secondogenita, di soli 4 mesi: stavano andando ad un raduno di auto storiche in Val Chisone.

Ad assistere alla scena, come detto, c’era la moglie della vittima, Consiglia La Malva, 36 anni. Dopo essere scesa dalla vettura ha provato a salvare le due vittime avvolte dalle fiamme, ustionandosi anche parte dei capelli, ma era ormai troppo tardi. La coppia si stava dirigendo al raduno di auto storiche organizzato al castello di Macello.

Stando a quanto ricostruito, dopo essere partiti a bordo di due Mini, hanno deciso di fermarsi sulla corsia di emergenza nei pressi dell’uscita per Piscina, lungo l’autostrada Torino-Pinerolo, molto probabilmente perché la donna aveva notato un piccolo difetto nel tettuccio della sua macchina. Appena ripartiti, la Mini di Giuseppe è stata tamponata da una Toyota che l’ha colpita sul serbatoio. L’incendio è scoppiato nel giro di pochi secondi, senza lasciare scampo al 42enne e alla figlia più grande.

Sotto choc la donna che è stata trasferita in ospedale insieme alla figlia più piccola per accertamenti. (fonte LEGGO)