Pino Daniele, una testimone: “Ero nel suo hotel, ho avuto gli stessi sintomi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Marzo 2015 16:12 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2015 16:13
Pino Daniele, una testimone: "Ero nel suo hotel, ho avuto gli stessi sintomi"

Pino Daniele, una testimone: “Ero nel suo hotel, ho avuto gli stessi sintomi”

ROMA – La sera del 30 dicembre scorso Pino Daniele si trovava in un hotel in Piemonte insieme alla compagna, Amanda Bonini. In quello stesso albergo c’era anche una signora che oggi, il 2 marzo, ha scritto al Giornale per raccontare un dettaglio inedito sugli ultimi giorni del cantante. Sia lei che Daniele, cenando nella stessa struttura, hanno lamentato gli stessi sintomi: spossatezza, dolori muscolari, disturbi intestinali.

Come è venuta fuori la cosa? Il cardiologo di Daniele, il dottor Achille Gaspardone, ha fatto sapere tramite un comunicato che il 31 dicembre 2014 scorso “sono stato contattato dal Sig. Daniele che mi riferiva la volontà di sottoporsi a visita di controllo in quanto avvertiva una vaga sintomatologia di carattere intestinale analoga e contestuale a quella avvertita dalla compagna e un vago senso di spossatezza. Si concordava comunque di effettuare una visita di controllo per il pomeriggio del 5 gennaio 2015″.

Insomma Daniele e la compagna avevano avuto gli stessi problemi della lettrice del Giornale.Daniele è morto il 3 gennaio e non per problemi intestinali, non per una cena sbagliata. Ma per problemi cardiaci. La lettrice racconta quella sera al Giornale.it:

Sintomi simili a quelli di un’influenza. Non solo io, ma anche il mio fidanzato ha avuto gli stessi problemi. Non so a cosa sia stato dovuto, se al cibo che abbiamo mangiato a cena, oppure a qualche virus che era arrivato in hotel. Ma a cena tra i tavoli dell’hotel c’era seduto anche Pino Daniele. Oggi ho appreso la notizia di quella sua chiamata al medico dopo aver soggiornato nello stesso hotel e dopo aver letto il racconto dei sintomi del cantante, ho pensato che forse il mio racconto potesse essere utile”.

Insomma, nonostante un attacco influenzale non possa essere legato alla morte di Pino Daniele, quei sintomi e quel malessere intestinale ravvisato dopo il soggiorno in hotel, segnalato da altri clienti della struttura, di certo non hanno agevolato lo stato di salute del cantante che è poi morto il 4 gennaio.