Piombino (Livorno), punto dalle vespe: morto il padre dello stilista Scervino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2020 13:54 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2020 13:56
Piombino, foto d'archivio Ansa di una ambulanza

Piombino (Livorno), punto dalle vespe: morto il padre dello stilista Scervino (foto Ansa)

Piombino (Livorno), punto dalle vespe: morto il padre dello stilista Scervino

Punto dalle vespe nel suo agriturismo a Piombino: è morto il papà dello stilista Scervino.

Dramma per Toni Scervino, fondatore con Ermanno Daelli della famosa casa di moda Ermanno Scervino.

Il padre, Francesco, è morto ieri mattina, giovedì 23 luglio, per uno shock anafilattico.

A raccontare la storia è La Nazione.

“Il padre di Toni si trovava nell’agriturismo Baratti di cui è titolare.

Sembrava una mattinata tranquilla nel piccolo angolo di paradiso sopra il Golfo di Baratti, dove ormai da anni si era ritirato l’imprenditore Francesco Scervino, conosciuto da tutti come Franco.

All’improvviso, verso le 8,20, la tragedia.

Mentre si trovava nel giardino dell’agriturismo l’uomo è stato punto da alcune vespe che nei momenti più caldi dell’estate possono diventare molto aggressive perché preparano i nidi per deporre le uova e attaccano chi si avvicina”.

Purtroppo a nulla sono serviti i soccorsi:

“Vano è stato il tentativo di fermare la reazione allergica con il cortisone.

Il cuore dell’anziano non ha retto.

Immediati i soccorsi ma quando i sanitari della Misericordia di Piombino, con il medico del 118, sono giunti in località Piovanello, sopra una collina che guarda la stazione di Populonia da una parte e il Golfo di Baratti dall’altra, non hanno potuto che constatarne il decesso”. (Fonte: La Nazione).