Piossasco (Torino): Enrichetta Savio muore in casa di cura

Pubblicato il 9 Febbraio 2012 19:57 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2012 21:03

TORINO – Una donna di 64 anni e’ morta ieri sera subito dopo la somministrazione di alcuni farmaci. E’ accaduto in una casa di cura di Piossasco, in provincia di Torino. E’ stata aperta un’inchiesta e risulta essere stato iscritto al registro degli indagati un infermiere.

Il centro e’ quello di Villa Serena e la vittima, Enrichetta Savio, ha accusato i primi malori dopo aver ingerito le medicine. Vani i tentativi di soccorso. Questa mattina la Procura di Pinerolo ha aperto un fascicolo e iscritto nel registro degli indagati, con l’ipotesi di omicidio colposo, un infermiere. Sara’ l’autopsia a chiarire se la crisi sia stata provocata da un’allergia o se l’infermiere abbia sbagliato la medicina, ipotesi che, al momento, sembrerebbe la piu’ avvalorata dagli inquirenti. Anche la casa di cura ha immediatamente attivato delle verifiche interne.

Nella cartella clinica della donna – si e’ appreso in serata – i medici che l’avevano in cura avevano indicato che la paziente era allergica al Rocefin, il farmaco antibiotico che probabilmente le ha causato la morte.     La donna era ricoverata a Villa Serena nella parte riservata alla degenza, dal 24 gennaio, per problemi respiratori.