Piove di Sacco, Maria Betto in carrozzina: travolta e uccisa da un’auto sulle strisce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 dicembre 2017 6:00 | Ultimo aggiornamento: 10 dicembre 2017 19:45
maria-betto

Piove di Sacco, Maria Betto in carrozzina: travolta e uccisa da un’auto sulle strisce

PADOVA – Un’anziana in carrozzina è stata travolta e uccisa da un’auto mentre con la figlia attraversava le strisce pedonali di Piove di Sacco, vicino Padova, il 9 dicembre. Maria Betto, 87 anni, era spinta dalla figlia quando la vettura le ha travolte. Subito sono scattati i soccorsi ma le ferite dell’anziana erano troppo gravi: è morta poco dopo l’arrivo in ospedale.

Alessandro Cesarato sul Mattino di Padova scrive che l‘incidente è avvenuto intorno alle 10 del mattino del 9 dicembre. La signora Betto è morta in ospedale per una emorragia interna, mentre la figlia è rimasta ferita ed è stata soccorsa:

“Accomodata sulla sedia a rotella, avrebbe in serenità percorso i tre chilometri che separano la sua abitazione dal centro cittadino animato dal mercato settimanale. Superato l’ex bar Bissacco, madre e figlia avevano già iniziato l’attraversamento di via San Pio X per continuare la passeggiata sul marciapiede dal lato opposto della carreggiata quando sono state travolte da una Ford Fiesta che viaggiava in direzione di Arzerello. Al volante c’era L.F., classe 1930, anche lui del posto. L’utilitaria ha centrato in pieno Maria Betto, che è caduta rovinosamente a terra. La carrozzina su cui era seduta invece è volata a una decina di metri di distanza, fermandosi davanti alla vetrina del bar. All’Immacolata Concezione è finito anche l’investitore, per essere sottoposto agli esami che ne attesteranno lo stato psicofisico al momento del tragico incidente.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale, che hanno fatto eseguito i rilievi e raccolto le testimonianze delle persone che hanno assistito al fatto. L’automobilista avrebbe spiegato ai vigili di non essersi accorto delle persone che stavano attraversando la strada. A tradire i suoi riflessi potrebbe essere stato il riflesso del sole accecante , per cui l’uomo si sarebbe accorto solo all’ultimo dei pedoni. Nel pomeriggio il clima nell’abitazione di via Rusteghello, dove si sono radunati figli e nipoti della donna, era colmo di dolore. «Non ci siamo ancora resi conto» racconta incredula una delle figlie» di quello che è successo. Una tragedia. Stiamo ora aspettando di sentire mia sorella, che a breve sarà dimessa dall’ospedale. Nell’incidente ha riportato forti contusioni». La famiglia è ora in attesa del nulla osta da parte dell’autorità giudiziaria per fissare la data del funerale della povera Maria”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other