Pirati della strada non si fermano allo stop, due carabinieri feriti a Cuggiono (Milano)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Agosto 2020 11:39 | Ultimo aggiornamento: 4 Agosto 2020 11:39
Pirati della strada non si fermano allo stop, due carabinieri feriti a Cuggiono (Milano)

Pirati della strada non si fermano allo stop, due carabinieri feriti a Cuggiono (Milano) (Foto Ansa)

Pirati della strada travolgono una pattuglia dei Carabinieri e scappano. Feriti due militari. L’auto non si è fermata allo stop.

Due carabinieri infatti sono rimasti feriti dei pirati della strada a seguito di un incidente stradale, la notte tra lunedì e martedì a Cuggiono (Milano). Secondo quanto ricostruito fino ad ora, un’auto con a bordo due uomini e una donna, bruciando uno stop, ha travolto la vettura di pattuglia con a bordo i due militari in servizio alla compagnia di Legnano (Milano).

Autista e passeggeri sono fuggiti a piedi dopo l’impatto. Soccorsi, i due carabinieri sono stati trasportati in ospedale a Legnano per accertamenti, da dove sono stati dimessi con 15 giorni di prognosi. Sulla vicenda indaga la Polizia di Stato.

Castellammare, carabiniere aggredito: arrestate quattro persone.

I Carabinieri  giorni fa hanno individuato e arrestato quattro persone accusate dell’aggressione all’appuntato dei carabinieri libero dal servizio che la scorsa notte, intervenuto sul lungomare di Castellammare per sedare un litigio per motivi di viabilità, è stato pestato brutalmente da un gruppo di giovani.

Arrestato anche l’uomo che avrebbe rubato il borsello al militare mentre era riverso in strada. Le persone fermate sono tre maggiorenni (di 27, 22 e 19 anni, di cui due pregiudicati) e un minorenne (di 17 anni).

Il militare era intervenuto per calmare gli animi a seguito di un incidente stradale. Poi l’aggressione. Gli aggressori lo hanno prima investito con uno scooter e poi colpito con pugni, caschi e perfino un tavolino in alluminio.

Il carabiniere, ricoverato in ospedale con una brutta commozione cerebrale, non è in pericolo di vita. (Fonte Ansa).