Pisa, capotreno chiede il biglietto: migrante aggredisce e insulta lui e 2 agenti Polfer

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Ottobre 2019 15:54 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2019 15:54
Pisa migrante aggredisce capotreno e agenti Polfer

Foto archivio ANSA

ROMA – Il capotreno gli ha chiesto di scendere alla fermata successiva perché senza biglietto, così un migrante di 21 anni l’ha aggredito e insultato. Poi ha aggredito anche due agenti della Polfer, intervenuti per bloccarlo. Queste le accuse per cui il giovane, un nigeriano, è stato arrestato a Pisa. 

Secondo la ricostruzione fornita da il Giornale, il giovane migrante era a bordo del treno lungo la tratta Torino-Salerno, quando poco prima della mezzanotte un capotreno gli ha chiesto di esibire il titolo di viaggio. Il nigeriano però aveva un biglietto diverso rispetto a quello da utilizzare per la corsa e così gli è stato chiesto di scendere.  

Il migrante ha così iniziato a insultare e aggredire il capotreno, che ha chiesto l’intervento degli agenti della Polfer di Civitavecchia. I poliziotti hanno chiesto al ragazzo di esibire i documenti, che si è rifiutato: era sprovvisto sia di passaporto che di permesso di soggiorno.     

Il nigeriano poteva quindi scendere dal treno alla prima stazione utile, quella di Pisa, oppure acquistare un altro biglietto. Due soluzioni a cui ha reagito insultando i tre e aggredendoli fisicamente. L’uomo è stato poi fermato una volta arrivato a Pisa, dove sono saliti a bordo altri agenti. Il migrante è stato arrestato con l’accusa di resistenza, oltraggio, minacce e lesioni a pubblico ufficiale, lo straniero si trova in attesa di giudizio direttissimo. (Fonte Il Giornale)