Pisa, muore dopo la cena al ristorante: forse è una bruschetta la causa della reazione allergica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2018 8:13 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2018 8:13
Chiara Ribechini pisa

Pisa, muore dopo la cena al ristorante: forse è una bruschetta la causa della reazione allergica

PISA – Chiara Ribechini, 24enne di Navacchio (Pisa) si è sentita male poco dopo aver cenato in un ristorante che era solita frequentare, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] ed è morta in strada per una reazione allergica letale, mentre la soccorreva il 118 allertato dal fidanzato. A nulla le sono serviti neppure i medicinali che si portava sempre dietro in quanto soggetto allergico da molti anni. I carabinieri hanno sequestrato la cucina del ristorante a Colleoli di Palaia e nella giornata di oggi, 17 luglio, sarà effettuata l’autopsia.

I sospetti principali sulla possibile causa che ha scatenato la reazione allergica sono focalizzati su una bruschetta di pane che sarebbe stata prodotta fuori dall’azienda agricola che ospita il ristorante, mentre al gestore del locale e all’amministratrice dell’azienda agricola è stata notificata la convalida del sequestro della cucina e l’avviso di conferimento dell’incarico per l’autopsia davanti al pubblico ministero Giancarlo Dominijanni.

Sarà proprio l’autopsia a poter fornire risposte sulla causa che ha determinato il devastante shock anafilattico che ha ucciso la giovane nella serata di domenica. Chiara Ribechini aveva mangiato una vellutata di piselli in crosta di pane, bruschette e penne al ragù di cinghiale. Ed è proprio sul contenuto della bruschetta che si stanno concentrando gli accertamenti scientifici, perché il resto del menù, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe stato cucinato con materie prime già mangiate altre volte dalla ragazza che sceglieva con cura solo pochi posti dove sapeva che la sua condizione di salute non sarebbe stata messa in pericolo.

Domenica sera però qualcosa è andato storto e durante il viaggio di ritorno in auto insieme al fidanzato ha cominciato a sentirsi male e ad accusare una gravissima crisi respiratoria. Nei pressi di Pontedera (Pisa) l’auto si è fermata per attendere l’arrivo del 118 ma la giovane è morta in strada mentre i soccorritori le stavano prestando le prime cure.

La giovane combatteva da anni con le allergie, ma mai aveva dovuto fronteggiare situazioni particolarmente critiche anche se portava sempre con sé tutti i medicinali necessari in casi come questi.