I nonni volanti? Sono di Pisa: 125 patenti ritirate in 3 anni

Pubblicato il 23 Febbraio 2012 21:02 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2012 15:52

PISA – Chi sfrecciava sulla statale a 180 all’ora contro i novanta consentiti? Nonno. E chi, invecE, su un Suv, supera i 110 sulla Bientina-Altopascio (limite tassativo 50)? Un altro nonno. A Pisa e dintorni, sembra funzionare così. Racconta infatti il Corriere della Sera che la cittadina toscana gode di un primato almeno originale: 125 patenti ritirate ad over settanta negli ultimi tre anni. Quasi tutti nonni su bolidi turbo a velocità esagerate.

Il sospetto, evidentemente, è che i nonni si offrano di espiare le colpe dei nipoti: a loro, forse, la patente non serve più e concedono ai ragazzi dal piede un po’ troppo pesante una seconda chance che la legge non consentirebbe.

Dei 125 speedy nonni uno solo ha confessato. Scrive il Corriere: “Un nonnetto livornese di quasi novant’anni ha dichiarato fiero di essere stato alla guida di un potentissimo Suv su una strada provinciale. Sorpreso dalla tormenta di neve dei primi di febbraio ha abbandonato l’auto in mezzo alla strada ed è tornato a casa a piedi, quasi una decina di chilometri, ghiaccio compreso. Stavolta però il generoso vecchietto è stato salvato dal nipote che, pentito, alla fine ha confessato che alla guida del Suv c’era lui e ha pagato la giusta super multa”.