Pisa, in tribunale vietati bermuda e infradito. L’ordinanza si rinnova

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 maggio 2018 6:30 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2018 0:41
Pisa, in tribunale vietati bermuda e infradito. L'ordinanza si rinnova

Pisa, in tribunale vietati bermuda e infradito. L’ordinanza si rinnova

PISA – Vietati bermuda e infradito in tribunale: l’ordinanza era stata emanata tre anni fa al palazzo di giustizia di Pisa dall’allora presidente Salvatore Lagabà. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] E quest’anno, in vista dell’estate, è stata rispolverata dal vicario Nicola Antonio Dinisi.

L’accesso deve continuare “ad essere disciplinato”, sottolinea la Nazione:

“E’ pervenuta da parte di magistrati segnalazione della presenza all’udienza penale, in qualità di imputati o testimoni di persone che indossavano un abbigliamento non adeguato alle aule di giustizia (come, a esempio pantaloncini corti o bermuda; ciabatte, canottiere etc.), così come segnalazioni analoghe sono pervenute in ordine alla presenza di parti non decorosamente vestite alle udienze civili, come è stato, peraltro, constatato direttamente da questo presidente”, scriveva due anni fa il primo inquilino del tribunale. Così “per salvaguardare il decoro negli Uffici di giustizia e il dovuto rispetto della funzione all’interno degli stessi svolta, va posto il divieto di introdursi all’interno… a persone che non indossino indumenti adeguati a tale decoro (almeno pantaloni lunghi e camicia o polo), disponendo che le guardie giurate addette alla vigilanza provvedano a far rispettare tale divieto”.

Del resto già più di dieci anni fa un richiamo sull’abbigliamento era stato fatto dall’allora presidente, Carlo De Pasquale, che aveva imposto l’obbligo, tutto l’anno, di giacca e cravatta a chi varcava la soglia del suo ufficio.