Cronaca Italia

Pistoia, richiedente asilo molesta ragazza di 13 anni: ai domiciliari

Pistoia, richiedente asilo molesta ragazza di 13 anni: ai domiciliari

Pistoia, richiedente asilo molesta ragazza di 13 anni: ai domiciliari (In foto, il centro che ospita il richiedente asilo)

PISTOIA – Molestie su una ragazzina di 13 anni: ai domiciliari a Pistoia un giovane pachistano di 35 anni, richiedente asilo politico. L’uomo, ricorda il Tirreno, era stato denunciato lo scorso maggio dai genitori della ragazza, una studentessa aggredita nei pressi della scuola media che frequenta.

 

La ragazza aveva raccontato ai genitori di essere stata seguita più volte da uno straniero che faceva lo stesso percorso in autobus da una frazione del capoluogo, dove abita la famiglia della giovane, al centro città, dove  si trova la scuola frequentata dalla ragazza.

Sempre secondo il racconto della ragazza riportato dal Tirreno, l’uomo l’avrebbe ripetutamente fissata, sedendosi sempre vicino a lei e cambiando anche di posto pur di starle vicino.

Verso la fine di maggio la ragazza, dopo l’uscita da scuola, sarebbe stata seguita per l’ennesima volta dall’uomo che le avrebbe chiesto il suo nome e il numero di telefono. Lei però non ha risposto, e lui l’avrebbe afferrata e palpeggiata più volte, continuando a chiederle il nome. L’aggressione si sarebbe interrotta anche per la presenza di un’amica della vittima.

L’identificazione dell’arrestato è stata possibile anche grazie ad alcune foto che la vittima gli ha scattato in alcune circostanze antecedenti all’aggressione. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella stessa struttura che lo ha ospitato fino a pochi  giorni fa. Il 5 settembre, infatti, il tribunale di Firenze aveva accolto la sua richiesta di asilo politico e lui ha lasciato Pistoia, dove era arrivato nel maggio 2014. Il centro (gestito dalla coop Arkè, che fa parte del gruppo Co&So) è stato indicato dal giudice perché ultimo indirizzo conosciuto dell’uomo.

To Top